Di diete ce ne sono tantissime, bisogna ammetterlo. Così come bisogna ammettere che molte di loro funzionano davvero bene. Si sente spesso parlare di diete “truffa”, di polemiche, dei famigerati, quanto ingannevoli, “7 chili in 7 giorni”, ma resta il fatto che rivolgendosi a dei veri esperti e stando ben attenti ad evitare chi fa promesse roboanti, si può trovare davvero di tutto per migliorare il proprio aspetto fisico senza danneggiare la salute.

Tra queste diete però, ce ne sono alcune che soddisfano anche il palato? Spesso per dimagrire e per restare in forma bisogna fare dei sacrifici, rinunciando ad esempio a quello che ci piace, o più in generale a dei buoni sapori, optando invece per cibi da mandare giù a forza o per rigidi regimi alimentari che stressano il nostro organismo.

Eppure esiste una dieta particolare che sembra mettere d’accordo la maggior parte degli esperti: la dieta mediterranea, ideale per stare bene senza rinunciare ai sapori tipici della nostra terra. Ma sono tutte rose e fiori, o tale dieta comporta anche degli svantaggi? Andiamo a scoprirlo analizzando meglio le sue caratteristiche.

dieta mediterraneaLa dieta mediterranea è ricca di proteine, fibre, omega 3, minerali e vitamine, ma non contempla grassi e zuccheri industriali. Supportata da una costante e attenta attività fisica, può quindi rivelarsi l’ideale per perdere peso e restare in forma.

Possiamo parlare di un vero e proprio stile di vita, utile a mantenere delle sane abitudini alimentari grazie alle quali, più che a dimagrire in senso stretto, è possibile regolare il proprio peso, escludendo dalla nostra alimentazione tutti quegli alimenti che fanno ingrassare o persino ammalare.

I benefici della dieta mediterranea stanno tutti nell’eccellente apporto di grassi sani che essa fornisce, grassi monoinsaturi che sono contenuti nell’olio di oliva. Ma non solo: viene ridotto anche il consumo di carne rossa e, in generale, delle proteine di origine animale, mentre si abbonda con frutta, verdura e legumi, tutti perfetti antiossidanti.

Molti ortaggi quindi, insieme a frutta secca, legumi, frutti tipici dell’area mediterranea, olio d’oliva, vino, pasta, pesce ma anche carne, senza però esagerare. Una dieta equilibrata ma completa, che fa stare bene ma che non manca senz’altro di sapore e di gusti variegati.

Bisogna naturalmente seguire delle indicazioni di base. Prima di tutto la colazione: mai saltarla, farla nutrienti ma non pesante, dando al nostro organismo il giusto apporto di vitamine, sali e fibre. I pasti successivi saranno uno spuntino a metà mattinata, il pranzo, la merenda e la cena. Mai restare a stomaco vuoto insomma, mangiare spesso senza pesò abbuffarsi.

Le cene, soprattutto, dovranno essere leggere, a base di pesce o verdure, così da non andare incontro a problemi di digestione durante la notte. È importantissimo anche mangiare sempre alla stessa ora, così da dare una certa regolarità all’organismo.

A dispetto di quanto abbiamo appena detto però, alcuni esperti ritengono la dieta mediterranea inadatta per perdere peso. Anzi, essa è accusata proprio di far ingrassare. Il rischio maggiore è infatti quello di abbondare con i carboidrati e con i primi piatti, favorendo scorpacciate di pasta e pane invece che una maggiore varietà e un maggiore equilibrio tra le varie portate. L’errore, in effetti, può verificarsi davvero, con il rischio di compromettere tutta la dieta.

Ma basta solo un po’ di attenzione. Bisogna soprattutto ricordare che ci si può riempire anche con cibi meno calorici e che non appesantiscono, in modo da sentirsi sazi e restare leggeri allo stesso tempo, che è poi il concetto base della dieta mediterranea. Solo in questo modo si potranno sfruttare i suoi vantaggi, accogliendone tutti i benefici.