Pordenone: altri due bar sigillati

Questo 2019 sembra essere un anno altamente negativo per i diversi bar e locali della regione Friuli Venezia Giulia.

Proprio nella giornata di ieri ecco che altri due locali in provincia di Pordenone si sono visti mettere i sigilli di chiusura forzata.

I bar in questione sono: Eddy Best di Via Vallona, e Da Tommy in Via Selvatico.

I sigilli non saranno tolti prima di venti giorni od addirittura un mese.

Il danno per l’attività non sarà certo piccolo, ma nemmeno la motivazione di tutto questo è cosi piccola.

Sembra infatti che la decisione del questore sia nata da episodi avvenuti nella serata del giorno 18 aprile.

Quel giorno, infatti, una giovane donna di soli 27 anni era stata portata in ospedale per una intossicazione alcolica.

La donna poi aveva conosciuto anche un uomo all’interno del locale il quale le aveva messo in tasca una pistola con una calibro 40 Smith & Wesson.

L’accusa quindi sembra essere doppia. La vendita di alcolici e superalcolici senza la licenza ed un traffico sospetto di armi illegale.

Accuse grosse che hanno fatto immediatamente partire la denuncia e la chiusura momentanea dell’attività.

Ora i due gestori dovranno rispondere alle autorità e cercare di mettere in regola tutti e e due gli esercizi prima di poter riaprire i battenti.

Senza contare che dovranno anche pagare una multa molto salata per tutto la vicenda.

I locali saranno chiusi fino a quasi fine maggio e la perdita economica sarà davvero molto alta per i due datori.

Ora non ci resta che sperare le vicende simili siano finite per tutta quest’annata.

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *