Brugnera: figlio deruba la madre per coltivare marijuana

assenteismo a trieste

E’ successo a Brugnera e la cosa ha un po’ del sconcertante.

Il tutto ha avuto inizio il giorno del 25 aprile, quando dopo alcune segnalazioni i carabinieri sono giunti in una casa di Brugnera dove era scoppiata una violenta lite tra famigliari.

Il tutto fortunatamente si è risolto nel migliore dei modi, ma i carabinieri insospettiti da alcuni dettagli hanno voluto approfondire il tutto.

Quello che ne è uscito è una sorta di piccola piantagione di marijuana casalinga.

Il giovane di 28 anni, infatti, aveva rubato una collana molto preziosa della madre per rivenderla e ricavarne del denaro che sarebbe servito per far partire ed incrementare la sua coltivazione illegale.

Durante la lite, infatti, la madre aveva scoperto il fatto, ed aveva addirittura scoperto anche le piante.

Ovviamente non è stata felice di tutto ciò ed è scoppiata la lite furibonda di cui vi abbiamo accennato.

I carabinieri indagando hanno trovato la serra, munita di lampade, umidificatore, ventola e temporizzatore.

Non solo perché c’erano anche 12 piante di marijuana in un vaso di circa 30 centimetri di altezza, 17 grammi di sostanza già suddivisa in pacchetti pronti per lo smercio, un bilancino di precisione e altri materiali idonei al confezionamento della droga.

Ovvio che è partita immediatamente il sequestro di tutto ed la denuncia a carico del giovane per coltivazione illegale di droga e spaccio.

Il giovane, tra l’altro, era già ben noto alle forze dell’ordine per essere un consumatore seriale di droga visto è stato trovato più volte in possesso di stupefacenti. La madre è ancora sconvolta per tutto.

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *