Non conosce crisi il business delle scommesse online che ogni mese di settembre fa registrare un nuovo incremento positivo. Dopo il naturale recesso dei mesi estivi, quando molte persone sono in vacanza, magari all’estero, e i campionati in particolare calcistici vengono sospesi, con l’arrivo dell’autunno torna l’attenzione verso le scommesse. A settembre è stato dell’11,3% l’incremento di persone che hanno deciso di tentare la fortuna.

A differenza dei gratta e vinci o delle slot machine, si tratta di un settore che può premiare chi è super esperto di strategie o un ottimo conoscitore dello sport è per questo che per molti il fenomeno non è visto come afferente al campo delle ludopatie ma come un mondo a sé.

impennata scommesse onlinePurtroppo per chi perde intere fortune e per fortuna per gli addetti al mestiere, le scommesse online in Italia sono uno dei settori più importanti e il nostro Paese, da questo punto di vista, è uno dei primi in tutta Europa.

Uno studio che è stato effettuato dall’osservatorio del Politecnico di Milano ha osservato che i numeri del gioco legale online sono cresciuti del 25% nel 2017 rispetto al 2016, e che il valore complessivo è di circa 1,03 miliardi di euro. Solamente per i casinò online la spesa effettuata è di 661 milioni di euro: questo è il tipo di gioco preferito, ma anche le scommesse fanno la parte del leone, con un valore stimato di 350 milioni di euro, un aumento del 31% rispetto all’anno precedente. Insomma gli Italiani giocano forte, e lo fanno un po’ in tutti i settori, ma sono senz’altro più attirati dalle scommesse sportive.

Un campionato calcistico tra i più forti d’Italia, atleti tra i migliori al mondo in moltissime discipline spingono i tifosi e non solo a sostenere il proprio beniamino in maniera molto più che spassionata. Internet, poi, con una miriade di applicazioni online che consentono di scommettere ovunque, sul tram come sul divano di casa, hanno sicuramente influito molto.

C’è da dire, comunque, che la crescita del gioco online e delle scommesse per gli italiani va di pari passo con una sempre maggiore regolamentazione del settore, soprattutto per cercare di evitare i classici imbrogli che si possono creare ai danni dei giocatori: per questo la licenza AAMS è necessaria.

Non mancano scommettitori seriali che a volte spendono una vera fortuna, ma è pur vero che in Italia rispetto ad altri paesi è più difficile cadere vittima di eventuali raggiri e truffe online proprio per via della severissima normativa e dei controlli capillari, sia nei centri scommesse che online.

Fonte dell’articolo: BonuScommesse.it