Le luci a Led sono state inventate parecchi decenni fa, ma solo negli ultimi tempi se ne stanno apprezzando appieno le potenzialità. Ormai chiunque ha in casa almeno una lampada a LED e in generale si tende a sostituire tutte le vecchie lampadine, a incandescenza o a fluorescenza, con questa nuova tecnologia.

Le motivazioni sono semplici: le lampade a LED consumano molto meno e durano a lungo. Il risparmio sulla bolletta dell’energia elettrica e quello sull’acquisto delle lampade si fa notare in fretta. Un altro interessante vantaggio delle lampade a LED è la possibilità di preparare modelli del tutto personalizzati, con peculiarità originali.

Le lampade a LED

luci a ledLe lampadine a LED offrono maggiori opportunità rispetto a quelle classiche; questo perché sono molto più facilmente gestibili. In commercio si trovano anche dei lunghi nastri di lampadine, che si possono tagliare e piegare a piacimento, per poi collegarli ad un alimentatore, per illuminare come e dove si crede.

Non si tratta di un lavoro per cui si deve per forza contattare un elettricista, anche perché nei negozi di materiale elettrico si trovano gli utensili e il materiale necessario per predisporre la nuova lampada. Basta scegliere le luci a LED del colore che si desidera, un trasformatore e i cavi per raggiungere un interruttore, o anche un buon alimentatore, come ad esempio quelli prodotti dalla ditta http://www.larsonnuova.com/.

Il collegamento è semplice, anche perché sulle strisce a LED è segnata la polarità dei due cavi elettrici in esse contenuti. L’importante sta nell’evitare di lasciare cavi scoperti: ogni giuntura va ben coperta con del nastro isolante, appositamente acquistato. Volendo nei negozi specializzati si trovano anche delle pratiche guaine termoretraibili.

Come utilizzare le lampade a LED

Le lampadine a Led hanno delle peculiarità che le rendono uniche, non solo per quanto riguarda il consumo elettrico, ma anche per la loro forma e dimensione. Le strisce di lampadine a LED sono infatti disponibili di larghezza varia, in genere di poco superiore al centimetro.

Lo spessore è di pochi millimetri, cosa che rende possibile installare questo tipo di illuminazione ovunque, dalla libreria al monitor di un computer. Volendo è anche possibile creare luci dall’effetto particolare, o da utilizzare in situazioni per cui si necessita di una luminosità molto specifica. Si pensi ad esempio agli acquari o alle serre di coltivazione, dove la luce è utile per allevare i pesci o per illuminare le piante.