Italia-Finlandia: ecco il risultato friulano

corso in Brasile

Lo Stadio Friuli, nel weekend, è stato protagonista della tanto attesa partita della nazionale italiana di calcio, ovvero la partita Italia-Finlandia.

La partita è stata davvero bella, soprattutto per il fatto che nostra nazionale azzurra ha visto vincere sulla squadra nordica per un risultato di 2 a 0.

Ma non solo per questo.

Il tutto si è svolto in maniera molto serena e tranquilla, e tutto il pubblico ha seguito la partita molto contenta, da entrambe le parti.

Anche l’organizzazione del tutto è stata impeccabile.

Purtroppo però c’è un piccolo episodio che ha un po’ rovinato la perfezione della serata.

Infatti, all’ingresso, molti tifosi friulani si sono visti sequestrare le bandiere con l’aquila, ovvero il simbolo della regione friulana.

La legge italiana infatti prevede che non si possa introdurre dentro agli stadi bandiere del titolo sociale.

Il brutto però, non è tanto il sequestro iniziale, ma quanto il gesto arrivato dopo.

Una volta sequestrate le diverse bandiere, infatti, la gente ha il diritto di andare a riprendere la sua merca di proprietà una volta finita la partita.

I friulani, una volta recatosi nell’apposito ufficio, si sono viste tutte le loro bandiere buttate dentro a dei sacchi dell’immondizia.

Un gesto poco carino che forse non passerà neanche inosservato.

Sequestrare era anche lecito visto la legge che lo prevede. Ma anche la restituzione era lecita.

Non stiamo parlando di sostanze illegali, armi o quant’altro, Stiamo parlando solo di alcune bandiere e maglie della regione Friuli Venezia Giulia.

Ancora non si sa perché il tutto sia finito in questo modo ma vedremo cosa ne salterà fuori nei prossimi giorni.

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *