Parte sabato 29 luglio al Castello di Valvasone la prima giornata dell’Incontro Annuale dell’Ente Friuli nel Mondo. La Sala Cavana, dopo i saluti delle autorità e l’intervento del presidente dell’ente Adriano Luci, ospiterà il dibattito della XIV Convention: “Tipicamente Friulani nel Mondo”.

Tra i relatori: la campionessa olimpica Gabriella Paruzzi; Loris Basso, del Ducato dei Vini Friulani; Daniela Celledoni, responsabile marketing del Consorzio del Prosciutto di San Daniele; Antonio Zanardi Landi, presidente della Fondazione Aquileia; Monica Stellin, docente universitaria in Canada e gli imprenditori Andrea Girolami e Alessandro Liani. Modulerà il dibattito il nuovo direttore di Telefriuli Alessandra Salvatori.

Siamo ansiosi di poter riabbracciare i friulani nel mondo – sottolinea il presidente Luci – per condividere un fine settimana all’insegna della più autentica friulanità. Abbiamo titolato la Convention ‘Tipicamente Friulani nel Mondo’ per mettere a confronto eccellenti interpreti delle tipicità della nostra terra capaci, con il proprio operato, di proiettare al di fuori dei confini regionali, e nei più diversi settori, le peculiarità del nostro fantastico territorio. Quest’anno la giornata di domenica si svilupperà in collaborazione con l’Efasce (Ente Friulano Assistenza Sociale Culturale Emigranti) di Pordenone.

tipicamente friulani nel mondoLa Convention sarà l’occasione per tracciare il bilancio delle ultime attività di Friuli nel Mondo e annunciare due importanti ingressi nella compagine sociale. Nella sua ultima seduta il Consiglio direttivo, dopo avere aggiornato il regolamento di ammissione di nuovi soci, ha approvato infatti all’unanimità le richieste di adesione all’Ente di Unindustria Pordenone e Confartigianato Imprese Udine, organizzazioni fortemente radicate sul territorio e attive nel contesto internazionale che hanno deciso di investire risorse nell’Ente Friuli nel Mondo accrescendone solidità e prestigio.

Nuova linfa per continuare a garantire vitalità agli snodi della rete, tessere nuove relazioni a beneficio delle attività svolte in seno ai Fogolârs e offrire opportunità formative ai giovani friulani all’estero che sognano di conoscere la terra delle origini. Recentemente l’Ente Friuli nel Mondo ha anche sancito la nascita di un nuovo sodalizio in Argentina, il Fogolâr Furlan di San Francisco nella Provincia di Cordoba, di prossima apertura quello nell’isola di Malta. Sarà il sindaco di Valvasone Arzene, Markus Maurmair, ad ospitare l’evento che sarà spalmato in due giorni: sabato 29 dedicato al confronto tra le diverse realtà dei friulani all’estero e domenica alla convivialità.

L’Incontro Annuale dei Friulani nel Mondo – spiega il sindaco Maurmair – è un bellissimo regalo per il paese più giovane del Friuli Venezia Giulia. Infatti, il comune è nato il 1° gennaio 2015. È un fatto storico che due tra le più apprezzabili organizzazioni, che mantengono i contatti e sviluppano nuove relazioni con i nostri emigranti, per l’appunto Ente Friuli nel Mondo ed Efasce, abbiano scelto di riunire i propri soci e simpatizzanti in un unico momento sociale. La viva testimonianza dei racconti che ascoltiamo da parte degli emigranti è sempre un rinnovato e prezioso dono per la nostra esistenza. Infatti, l’amore sviluppato per la terra natia, il senso di appartenenza che sanno coltivare, a esempio, riunendosi e dando vita sempre a nuovi Fogolârs, rappresentano una concreta testimonianza di amore per il Friuli anche per chi è rimasto e che, purtroppo, spesso dimentica quei valori e principi che ispirano la quotidianità dei corregionali che vivono all’estero.

La giornata dove Ente Friuli nel Mondo ed Efasce si incontreranno sarà quella di domenica che si si aprirà con il raduno degli emigranti nel piazzale del Santuario di Madonna di Rosa a San Vito al Tagliamento, con l’accompagnamento musicale della Filarmonica Sanvitese, a cui seguirà la Santa Messa celebrata da S.E. Mons. Giuseppe Pellegrini, Vescovo di Concordia – Pordenone. A seguire, ci sarà un trasferimento nel piazzale del duomo di Valvasone Arzene dove un corteo deporrà una corona d’alloro al Monumento ai Caduti di Parco Pinni, con l’accompagnamento musicale della Società Filarmonica di Valvasone.

Interverranno i presidenti dei rispettivi enti, le autorità e i due sindaci di San Vito e Valvasone Arzene. La manifestazione si chiuderà con il pranzo sociale nella struttura polivalente di via Pasolini. I corregionali avranno anche la possibilità di partecipare alla visita guidata al Castello di Valvasone accompagnati dai volontari dell’associazione A Spasso per il Borgo.

UFFICIO STAMPA: Paola Del Degan