La convenienza di un investimento in azioni Amazon

investimento in azioni Amazon

Molte delle persone che iniziano a fare trading online cominciano speculando su una particolare tipologia di prodotto finanziario: i titoli azionari. Questo perché comprare e vendere azioni è riconosciuta come una forma di trading redditizia e di più semplice gestione.

Ma cosa è un’azione?

Nei mercati finanziari un’azione equivale a un titolo rappresentativo di una porzione di società, ne consegue che il capitale azionario è l’insieme dei suoi titoli quotati in Borsa e l’azionista è colui che possiede una o più azioni. Chi possiede un titolo azionario possiede quindi, in un certo senso, una piccola parte della società.

Quando si desidera fare trading sulle azioni, la prima cosa da fare è quella di valutare attentamente l’azienda sulla quale si vuole investire. Meglio acquistare quote di società valutate nei mercati finanziari da molto tempo e che abbiano un rendimento annuo stabile, in grado di essere ripartito tra gli azionisti.

Meglio ancora se si tratta di grandi società affermate nel proprio settore di produzione. Non a caso sono molti i trader che optano per investire nel commercio elettronico, a oggi uno dei settori più floridi, e i titoli Amazon sono una tra le primissime scelte.

Perché investire in azioni Amazon

Amazon è la più grande internet company al mondo e da anni commercia i propri prodotti tramite il web. Quotata in Borsa nel 1995, è riuscita a triplicare il valore delle sue azioni nei soli primi 10 anni di attività. La piattaforma, tramite la quale eroga i servizi, presenta un’ampia gamma di prodotti che attualmente nessuna società del commercio elettronico eguaglia.

I prezzi delle merci sono molto competitivi, App e piattaforma sono intuitive e di facile utilizzo e il servizio clienti è sempre attivo e veloce nelle risoluzioni dei problemi.

Tutto questo mette in evidenza un’importante strategia aziendale messa in atto e sostenuta da un management degno di nota. La differenziazione dei ricavi, il numero dei clienti sempre in crescita e un fatturato annuo costantemente positivo, fanno di Amazon un’azienda solida, sulla quale gli azionisti sentono di poter puntare.

Per investire in titoli Amazon, è possibile reperire ulteriori informazioni sul web, vai alla guida sul portale edilbroker.it.

Storia aziendale: l’inizio di Amazon

Amazon è nata in un garage di una cittadina americana per mano di Jeff Bezos. Inizialmente creata per la vendita di libri al dettaglio, l’ideatore intuisce le potenzialità del commercio elettronico e investe nel progetto buona parte dei propri risparmi.

I primi tre anni sono duri e nessun investitore vuole credere nel progetto, ma nel 1998 alla vendita dei libri Bezos decide di affiancare quella della musica e da quel momento la piccola società americana non si è più fermata: con il passare degli anni vennero aggiunti beni di ogni tipo e più soldi entravano, più acquisizioni di aziende concorrenti faceva Bezos.

Ad oggi Amazon ha acquisito quasi 100 aziende più piccole e tra le più famose rientrano Whole Foods, Zappos, Ring, Twitch Interactive e Kiva Systems. È opinione di alcuni analisti del mercato che questo atteggiamento tipico dell’imprenditoria americana, possa portare a un monopolio aziendale nel settore dell’e-commerce.

A ben vedere, questo dubbio risulta essere quasi un dato di fatto: nonostante la comodità innegabile, le grandi società di commercio elettronico come Amazon tendenzialmente vanno a soffocare le medio e piccole imprese locali.

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *