Commercio di cani illegale: arresti a Trieste

Gli agenti della Polstrada di Trieste ha fatto una grande scoperta: ha trovato una macchina con un bel po’ di cuccioli di cani di razza nel bagagliaio, il fine era sicuramente il commercio illegale.

E’ successo poche ore fa nella strada che è molto trafficata giorno e notte e 7 giorni su 7.

Gli agenti erano sul luogo per dei controlli generici ma la scoperta che hanno fatto è stato del tutto insospettabile.

Nessuno credeva che qualcuno potesse mettere ben 24 cuccioli di razza maltese e barboncino in un baule per poi portarli chissà dove e chissà per fare quale fine.

I cuccioli erano tutti senza microchip e senza vaccinazione anti rabbia. Erano ancora molto piccoli e quasi probabilmente strappati alla madre ancora prima di finire lo svezzamento classico.

Erano tutti dentro ad un cassone di legno posti uno sopra l’altro come fossero pupazzi da gettare via.

I due “proprietari” sono due ragazzi italiani che hanno importato questi cani senza permesso e senza rispettare le classiche norne e condizioni sanitarie necessarie in questi casi.

I due non sono riuscita a dare nessuna spiegazione del fatto, ed ovviamente è partito immediatamente la denuncia.

I cagnolini sono stati portati in un canile dove avranno le cure necessarie e dove si spera possano trovare al più presto delle famiglie che li possano adottare ed accudire con tutto l’amore che meritano.

Sono sempre di più questi commerci illegali di cuccioli e purtroppo è ancora molti difficile riuscire a fermarli.

Speriamo in una fine della storia il più positiva possibile per i cagnolini.

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *